Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
La settimana della lingua italiana nel mondo a Malta - "Piccoli autori crescono"
Claudio Marazzini e Vittorio Sakaki
Passeggiate d'autore: "Claudio Tolomei, umanista del Cinquecento"

Il Fondo dei Citati


Il Fondo dei Citati

Nella Biblioteca dell’Accademia della Crusca è conservato un fondo che riveste un particolare significato, sia per la storia dell’Accademia che per la storia della lingua italiana: Il Fondo dei Citati.
Nel fondo si trovano raccolte le edizioni a stampa citate nel celebre Vocabolario degli accademici della Crusca, pubblicato in cinque edizioni nell’arco di oltre tre secoli, dal 1612 al 1923. La consapevolezza che la storia del fondo costituisca un tassello fondamentale all’interno della storia dell’Accademia ha spinto la stessa Accademia a dedicare particolari cure ai volumi che lo compongono, tramite un progetto di valorizzazione e tutela sfociato nella realizzazione della banca dati Il Fondo dei Citati (www.citatinellacrusca.it).
Nella banca dati sono infatti confluiti i materiali derivati da interventi di diversa natura, che hanno caratterizzato il progetto Valorizzazione e conservazione del Fondo dei Citati. Il principio guida del progetto è stato quello di offrire, insieme agli elementi descrittivi finalizzati a testimoniare la storia editoriale dell’opera, anche tutti quegli elementi utili per ricostruire la vita dell’esemplare. All’interno della banca dati per ogni opera del fondo è disponibile un record bibliografico analitico che, accanto alla descrizione dei dati di edizione, dà ampio spazio all’area delle note, in particolare alle note di esemplare e di provenienza. Ciascun record è stato corredato dalla digitalizzazione di pagine caratterizzanti l’opera: frontespizi, pagine contenenti note manoscritte, pagine postillate e pagine con i ritratti degli autori, al fine di evidenziare e far conoscere tutte le tracce significative lasciate nell’esemplare nel corso dei secoli.