Lutto in Accademia. Ci ha lasciati Paola Barocchi


Il Presidente, gli accademici, i dipendenti e i collaboratori dell'Accademia della Crusca partecipano al lutto degli amici, degli allievi e del mondo scientifico per la scomparsa di Paola Barocchi.
Parola Barocchi, storica dell’arte e accademica emerita della Crusca, per anni ha insegnato e svolto attività di ricerca alla Scuola Normale Superiore di Pisa, lavorando con particolare dedizione alle possibili applicazioni dell’informatica alla storia dell’arte, nei campi della storia del collezionismo e della catalogazione dei beni culturali.
Resterà vivo il ricordo delle sue eccezionali qualità di studiosa, del suo costante impegno scientifico, della sua profonda umanità e della sua intensa partecipazione alle attività dell’Accademia, del cui Consiglio Direttivo ha fatto parte per molti anni.

Paola Barocchi nel suo studio alla Fondazione Memofonte, di cui è stata fondatrice e presidente.
 

    Avvisi da Crusca

    • Incontri all'Accademia della Crusca

      A causa della chiusura estiva della Villa di Castello, il servizio prenotazione per gli Incontri all'Accademia della Crusca è sospeso dal 12 al 23 agosto.

    • Studi di Grammatica Italiana

      Pubblicato il volume 36 (2017). L'indice degli articoli è disponibile nella sezione "Riviste"

    • Studi di Lessicografia Italiana

      Pubblicato il numero 36 (2019). L'indice del volume è disponibile nella sezione "Riviste".

    Attività

    • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

    • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

    • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

    Vai alla sezione