Agenda eventi

«  
  »
L M M G V S D
 
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 
Nicoletta Maraschio professoressa emerita dell'Università di Firenze
Laura Boldrini all'Accademia della Crusca
Max Pfister e Massimo Fanfani
I partecipanti alla tavola rotonda

Banche dati ottocentesche per lo studio dell’Italiano


Realizzazione della banca dati dell’Antologia di Vieusseux e lavoro di ricognizione sulle carte ottocentesche dell'archivio; progetto finanziato dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze; 2009-2010.

Il progetto annuale prevede la realizzazione di una banca dati XML/TEI dell’Antologia di Vieusseux, all’interno di una strategia di allargamento dei corpora dell’italiano fra Ottocento e Novecento, funzionale alla costruzione di una solida base di partenza per giudicare le novità e le trasformazioni dell’italiano dopo l’unificazione politica del paese.
Inoltre è stato realizzato un lavoro di ricognizione sulle carte ottocentesche dell’Archivio storico, seguita dalla digitalizzazione e l’inserimento nel catalogo informatico di numerosi documenti, privilegiando le consulenze legate alla terminologia scientifica e le “lezioni” degli accademici (per queste ultime è prevista anche la pubblicazione a stampa, in aggiunta a un volume sui letterati e la Crusca nell’Ottocento).

    Avvisi da Crusca

    • Pubblicato il bando per il Corso di dottorato Pegaso (XXXIV ciclo)

      Scadenza: 24 luglio. Il progetto Pegaso coinvolge l'Accademia della crusca, l'Università per Stranieri di Siena e l'Università di Siena.

      Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Notizie".

    • Il Tema

      La delibazione pigra e l’analfabetismo paradossale: che cosa è peggio?, di Claudio Marazzini.

      Partecipa alla discussione

    • La lingua della storia dell’arte nel XX secolo: Manifesti futuristi

      La nuova banca dati nata dalla collaborazione di Accademia della Crusca e Fondazione Memofonte è in rete.

      Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Scaffali digitali".