Agenda eventi

«  
  »
L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
Max Pfister e Massimo Fanfani
I partecipanti alla tavola rotonda
Leonardo Bieber, pres. Commissione Cultura Firenze e Domenico De Martino
29/09 C. Marazzini e B. Albanese

La lunetta di Giusto di Utens


La lunetta di Giusto di Utens, eseguita tra il 1599 e il 1602, presenta una regolarizzazione della realtà, quale si riscontra anche nella lunetta della villa della Petraia. La villa è infatti raffigurata perfettamente in asse con il ponte dei vivai e con le fontane di Fiorenza e di Ercole e Anteo. Il corpo sopraelevato rispetto ai tetti, esistente nella realtà soltanto a levante, viene ripetuto anche a ponente, mentre le finestrature risultano perfettamente simmetriche. Utens aggiunge sulla destra dell'edificio un giardino segreto mai esistito, identico a quello esistente invece a sinistra. Da tale operazione ottiene la perfetta assialità fra giardino, villa e viale, quale l'aveva concepita il Tribolo. Il suo modello doveva essere ancora visibile al tempo dell'Utens, e ancora doveva raffigurare quell'idea di perfezione spaziale, mai raggiunta, ma concepita platonicamente come superiore alla realtà stessa. La lunetta della Villa di Castello è una delle lunette dipinte da Giusto da Utens, splendide testimonianze delle ville medicee alla fine del Cinquecento. Dal 2012, le lunette sono conservate alla Villa Medicea "La Petraia" di Firenze.

    Avvisi da Crusca

    • "La Crusca per voi", I/2019

      L'indice dell'ultimo numero della rivista è consultabile nella sezione "Pubblicazioni".

    • Il Tema

      Per inserire neologismi formati da nomi propri nei vocabolari c’è tempo, di Paolo D'Achille.
      La discussione è aperta nella sezione "Il Tema".

    • Stage di formazione LEI 2019

      Il bando per la selezione dei partecipanti allo stage è pubblicato e disponibile nelle sezioni "Notizie" e "Bandi".

      Scadenza della presentazione delle domande: 31 luglio 2019.

    Attività

    • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

    • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

    • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

    Vai alla sezione