Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 
 
Max Pfister e Massimo Fanfani
I partecipanti alla tavola rotonda
Leonardo Bieber, pres. Commissione Cultura Firenze e Domenico De Martino
29/09 C. Marazzini e B. Albanese

Si dice insieme a o insieme con?


Quesito: 

Rispondiamo a una domanda che ci viene posta molto di frequente.

Si dice insieme a o insieme con?

Nell'uso italiano contemporaneo sono rappresentati entrambi i tipi, con una certa prevalenza del primo sul secondo. Lo dimostrano i dati raccolti nell'ambito del progetto LinCi (cfr.Annalisa Nesi e Teresa Poggi Salani, La lingua delle città, Firenze, Accademia della Crusca, 2013.

La domanda 170 del questionario, proposto in 31 città italiane, indaga se, a livello di italiano comune, si preferisca usare insieme o assieme e se si dica insieme a qualcuno o insieme con qualcuno. Soltanto ad Alessandria e a Novara alcuni tra i 12 parlanti a cui è stato sottoposto il questionario hanno dichiarato di usare assieme a fianco di insieme. In ben 13 città, localizzate sia al nord (Alessandria, Biella, Cuneo, Torino e Verona), sia al centro (Arezzo, Firenze, Grosseto, Lucca, Pistoia, Prato) della penisola, sia in Sardegna (Nuoro e Oristano), si è affermato di usare soltanto insieme a qualcuno. In 11 città (Genova, Modena, Novara, Massa, Livorno, Pisa, Siena, Rieti, Viterbo, Sassari e Lecce) l'uso di insieme con è ammesso, ma si configura come minoritario; in 5 delle località indagate (Carrara, Roma, L'Aquila, Cagliari e Catania) le due alternative sono pressoché equivalenti, mentre a Latina sembra prevalere insieme con; infine a Milano è questa l'unica possibilità in uso.

Anche la storia dell'italiano conferma che le espressioni sono entrambe corrette. Potremo seguire, a nostra scelta, l'esempio di Alessandro Manzoni ("Questa volta, insieme con la voce, venne fuori l’uomo, don Abbondio in persona"), oppure quello di Carlo Cassola ("Il cappellano era insieme a un soldato"); potremo imitare l’uso di Gabriele D’Annunzio ("Le sette vele stanche vengono innanzi insieme con la sera") o quello di Eugenio Montale ("Insieme alla natura la nostra fiaba brucerà in un lampo"): non sbaglieremo in nessun caso.

 

Matilde Paoli, Giuseppe Patota

 

 

6 febbraio 2015