Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 
 
Max Pfister e Massimo Fanfani
I partecipanti alla tavola rotonda
Leonardo Bieber, pres. Commissione Cultura Firenze e Domenico De Martino
29/09 C. Marazzini e B. Albanese

L'articolo prima di parole inizianti per h come handicap


Quesito: 

G. Schettino ci chiede quale sia l'articolo da usare prima della parola handicap.

L'articolo prima di parole inizianti per h

Luca Serianni, nella sua Grammatica italiana, espone così la questione:

«Più difficile regolarsi davanti a h, che ora è muta (per esempio nelle voci latine e in gran parte di quelle francesi), ora è aspirata (come in inglese e in tedesco). Sarebbe opportuno usare l' e un nel primo caso (come si fa per le parole italiane con iniziale vocalica) e lo, uno nel secondo, per analogia con quel che avviene davanti a gruppi consonantici esotici. Quindi, da un lato "l'habeas corpus" D'Annunzio, Croce, "dall'harem" Cassieri; dall'altro "sullo Hegel" Croce, "lo Hitler" Spini, Disegno storico, III, 410. Sempre l' e un andrebbero usati nei derivati con suffisso italiano: "un heiniano" Carducci, "dall'hitlerismo" Croce. Ma gli esempi di usi diversi da questi sono tutt'altro che rari e sono imputabili, almeno in parte, all'incertezza sul valore fonetico di h nel termine straniero.»

Proprio la parola handicap rappresenta un caso di non corrispondenza alla regola appena esposta in quanto, pur essendo un anglicismo (quindi con h aspirata), ha subìto l'italianizzazione nella pronuncia (si tratta infatti di un prestito antico, documentato dal 1892) e i recenti vocabolari indicano l'h iniziale come muta: gli articoli da utilizzare con questa parola sono dunque l', e un.»

 

30 settembre 2002