Agenda eventi

«  
  »
L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 
 
Il gruppo dei relatori
Una lettera autografa di Alessandro Manzoni
Mostra "Napoleone e la Crusca"
Le prime quattro edizioni del Vocabolario (foto di G. Tatge, Regione Toscana)

Mostra La consulenza linguistica. Domande e risposte tra passato e presente

Firenze, 30 ottobre 2015

Presentazione

Accademia della Crusca
Mostra
giugno 2014 - 30 ottobre 2015

L’Accademia della Crusca è universalmente riconosciuta come massima istituzione per lo studio e la valorizzazione della lingua italiana, guida prestigiosa e sicura per chi cerchi indicazioni in materia linguistica.

Con questa mostra sulla Consulenza linguistica si è inteso ripercorrere la lunga tradizione di colloquio tra l’Accademia e un pubblico che si è fatto sempre più ampio: un dialogo, oggi intenso e accessibile a tutti, con radici molto lontane di cui si conserva traccia nell’Archivio Storico, tra le lettere di privati che, spinti da motivazioni diverse, ma da una comune curiosità per la lingua, hanno spesso chiesto pareri agli accademici. Attraverso un lavoro di scavo tra documenti e filze, è emerso anche un filone di “consulenza inversa”: per la compilazione di voci specialistiche del Vocabolario (termini medici, musicali, marinareschi, ecc.) gli accademici stessi si sono rivolti a esperti da cui avere indicazioni, testimoniate da scambi epistolari molto puntuali e circostanziati. 

La funzione di un’Accademia “consulente” era già implicita nelle parole di Raffaello Lambruschini che, nella Relazione alla Commissione per l’unità della lingua del 1868, auspicava la nascita di “un foglio pubblicato a determinati o non determinati intervalli, ma costante” in cui gli accademici si pronunciassero sulle questioni linguistiche più urgenti; qualche decennio dopo, nel 1909, Isidoro Del Lungo, a proposito delle nuove iniziative che la Crusca avrebbe dovuto intraprendere, introduceva la supervisione sui neologismi e un vaglio dei forestierismi: l’idea in nuce di quello che oggi è il centro di consulenza linguistica. I presidenti alla guida dell’Accademia, a partire dal secondo dopoguerra, hanno dimostrato una grande sensibilità alle sollecitazioni del mondo esterno che ha prodotto una trasformazione profonda nel rapporto tra la Crusca e i suoi sempre più numerosi interlocutori. Bruno Migliorini e Giacomo Devoto, di cui sono esposte numerose lettere 

di risposta ai dubbi di singoli cittadini, hanno aperto la strada ai decisivi cambiamenti avvenuti con Giovanni Nencioni che nel 1990 ha istituito uno strumento ufficiale di consulenza linguistica, il periodico La Crusca per voi, tutt’ora molto seguito e apprezzato dal pubblico degli “amatori”.

Negli ultimi anni, con l’attivazione del servizio di consulenza on line, i contatti si sono moltiplicati e la pagina del sito dedicata alla riflessione sull’italiano, una delle più consultate, contiene ormai più di 400 risposte a dubbi e quesiti linguistici che ogni giorno arrivano numerosissimi alla redazione. 

 

Un sintetico catalogo dei documenti in mostra è disponibile nella sezione "Correlati e info".

 

È possibile visitare la mostra in occasione delle visite alla Sala delle Pale.

Indirizzo: 
Via di Castello, 46
Firenze, FI
Italia
Javascript is required to view this map.

Ultimi libri segnalati

  • Dialetto. Uno nessuno centomila
  • Un mondo di parole. Tra lingue e dialetti
  • Manuale di linguistica sarda
Vai alla sezione