Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
I partecipanti
Fabio Boni, Claudio Marazzini, Cristina Giachi e Aureliano Benedetti
Il presidente Marazzini a Siena per le "Passeggiate d'autore"

SLeI - XXXIV (2017)


Numero: 
34
Pagine: 
376
Articoli
Luca Morlino

I derivati italiani della famiglia del latino «effodere». Un piccolo scavo lessicografico

pag. 5
Paolo Pellegrini, Ezio Zanini

«Gherminella» secondo Franco Sacchetti («Trecentonovelle», LXIX)

pag. 25
Alessandro Aresti

L'edizione di glossari latino-volgari prima e dopo Baldelli. Una rassegna degli studi e alcuni glossarietti inediti

pag. 35
Andrea Felici

«Honore, utile et stato». "Lessico di rappresentanza" nelle lettere della cancelleria fiorentina all'epoca della pace di Lodi

pag. 83
Marco Biffi

Osservazioni sulla terminologia architettonica leonardiana

pag. 131
Carlo Alberto Mastrelli

«Il becco di un quattrino»

pag. 159
Federico Baricci

Geosinonimi folenghiani nelle glosse della Toscolanense. Per un glossario dialettale diacronico del «Baldus»

pag. 167
Davide Basaldella

Il lessico materiale del "siciliano di Malta". Sondaggi su quattro inventari cinquecenteschi

pag. 207
Giulio Vaccaro

Passione e ideologia: Bastiano de' Rossi editore e vocabolarista

pag. 243
Raffaella Setti

«Caffè»: secentesco turchismo nell'italiano, attuale italianismo nel mondo

pag. 281
Luca Piacentini

«E sì che nel mio libro deve aver spigolato a man salva». Monelli, Jàcono e l'ipotesi di un plagio

pag. 307
Lucilla Pizzoli

L'espressione dell'incertezza tra freseologia e lessico: il caso di «può darsi»

pag. 325

Biblioteca dell'Accademia della crusca. Accessioni d'interesse lessicografico (2016-2017), a cura di Francesca Carletti

pag. 355

Sommari degli articoli in italiano e in inglese

pag. 367
Con abstract scaricabili: 

Gli eventi di oggi

Legenda:
 Organizzato dalla Crusca
 In collaborazione con la Crusca

Ultime pubblicazioni dell’Accademia