Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 
Le prime quattro edizioni del Vocabolario (foto di G. Tatge, Regione Toscana)
La settimana della lingua italiana nel mondo a Malta - "Piccoli autori crescono"

Schede delle Pale

RSS

Fragile


Fragile
Antonio Mosti (accademico dopo l'agosto 1695)
Motto: 

A mia difesa

Datazione: 
sec. XIX

La pala raffigura delle uova rincalzate con paglia.

Fresco


Fresco
Ottaviano de' Medici (accademico dal 18 settembre 1588)
Motto: 

In lei m'attempo

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura della neve che si conserva nella loppa.

Gabellato


Gabellato
Giuliano Davanzati (accademico dal 14 luglio 1594)
Motto: 

Pagando di moneta senza conio

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura un sacco di grano che viene pesato su una stadera per pagarne la gabella.

Gramolato


Gramolato
Bernardo Canigiani (accademico dal 1582, fondatore)
Motto: 

Tanto più crebbe in lui forza e valore

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura una forma di pasta di pane sotto la gramola, strumento manuale che serve a rendere omogenea la pasta di farina.

Grattugiato


Grattugiato
Bastiano Antinori (accademico dal 12 marzo 1586)
Motto: 

Avversità seconda

Datazione: 
sec. XVII

La pala raffigura un panino sulla grattugia.

Grezzo


Grezzo
Ugo Della Stufa (accademico dal 28 giugno 1650)
Motto: 

Or mi fo bello

Datazione: 
sec. XVII (metà)

La pala raffigura un piatto in cui i pinoli sono mescolati alla crusca perché si mondino.

Guasto


Guasto
Vincenzio de' Medici (accademico dal 1 luglio 1592)
Motto: 

Per te spera saldare ogni suo vizio

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura un pallone dal quale escono gocce di farinata introdotta per otturare eventuali falle.

Guernito


Guernito
Alessandro Segni (accademico dal 20 luglio 1650)
Motto: 

Di contraria stagion non teme offesa

Datazione: 
sec. XIX

La pala raffigura un mazzo di rose legato con della paglia, usata per riparare le barbe della pianta.

Imbianchito


Imbianchito
Luigi Strozzi (accademico dal 23 novembre 1651)
Motto: 

Questa sola dal vulgo m'allontana

Datazione: 
sec. XVII (dopo 1697)

La pala raffigura una pianta di radicchio nata nella pula e per questo imbiancata.

Imbozzimato


Imbozzimato
Cosimo Mannucci (accademico dal 25 aprile 1590)
Motto: 

Alla tela novella

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura una ciotola con dentro della bozzima, una specie di colla fissante, ottenuta con acqua e crusca, con la quale venivano trattati i fili d'ordito per dar loro maggiore consistenza e renderli meno soggetti a rotture e più duttili per le successive operazioni della licciatura e della tessitura.

Avvisi da Crusca

  • Pubblicato il numero 34 degli "Studi di Lessicografia Italiana"

    L'indice del volume è disponibile nella sezione "Riviste".

  • Un nuovo libro elettronico dell'Accademia in occasione della Settimana della lingua italiana nel mondo: L'italiano al cinema, l'italiano nel cinema

    Il volume, edito dall'Accademia della Crusca e da goWare, sarà distribuito gratuitamente durante tutta la settimana (16-22 ottobre 2017).

    Maggiori informazioni sono disponibili nelle sezioni "Notizie" e "Ufficio stampa".

  • "L'Italiano. Conoscere e usare una lingua formidabile"

    Ristampata la collana di volumi dedicati alla lingua italiana dalla collaborazione dell'Accademia con "La Repubblica": maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Notizie".

Attività

  • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

  • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

  • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

Vai alla sezione