Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
Il gruppo dei relatori
Una lettera autografa di Alessandro Manzoni
Mostra "Napoleone e la Crusca"
Le prime quattro edizioni del Vocabolario (foto di G. Tatge, Regione Toscana)

Schede delle Pale

RSS

Avvivato


Avvivato
Anton Guglielmo de Percy (accademico dal 24 gennaio 1697)
Motto: 

Altrove non respiro

Datazione: 
sec. XVII-XVIII

Si tratta di una delle pochissime pale che non raffigura un paesaggio toscano, ma allude a terre nordiche in cui vengono messi covoni di paglia nel mare che giaccia per garantire nutrimento ai pesci.

Azzimo


Azzimo
Giovanni Mazzei (accademico dal 1586)
Motto: 

Pasce e non sazia

Datazione: 
sec. XVII (seconda metà)

La pala raffigura un'azzimella, cioè un tipo di pasta non lievitata e molto decorata.

Candido


Candido
Leopoldo de' Medici (accademico dal 17 aprile 1641)
Motto: 

Per lo perfetto loco onde si preme

Datazione: 
sec. XVII (dopo 1651)

La pala raffigura una macina da cui casca farina candida.

Chiaro


Chiaro
Filippo Corsini (accademico dal 10 giugno 1665)
Motto: 

Vostra mercè

Datazione: 
sec. XVII (dopo 1665)

La pala raffigura due bocce di vetro, la più grande piena di vino con posatura che viene travasato in quella più piccola per mezzo di due sifoni fatti di paglia.

Chiuso


Chiuso
Agostino Nelli (accademico dal 7 dicembre 1650)
Motto: 

Perché vi s'immegli

Datazione: 
sec. XVII (seconda metà)

La pala raffigura un pollo o cappone racchiuso in una forma di pasta. L'uccello appare vivo e integro, ma si tratta probabilmente di una composizione culinaria nella quale il pollo era ricostruito dopo la cottura.

Colmo


Colmo
Vincenzo Alamanni (accademico dal 12 marzo 1586)
Motto: 

A misura di crusca

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura uno staio pieno di crusca.

Colorito


Colorito
Carlo de' Bardi (accademico dal 21 marzo 1590)
Motto: 

Da voi conosco l'esser quale io sono

Datazione: 
sec. XIX

La pala raffigura un vagello per tingere la stoffa: nella tintura veniva buttata anche una manciata di crusca che serviva da mordente e rafforzante dei colori.

Confortato


Confortato
Ridolfo Paganelli (accademico dal 24 settembre 1761)
Motto: 

Col prezioso corpo che l'avviva

Datazione: 
fine sec. XVIII

La pala raffigura una tazza di cioccolata in cui vengono inzuppati crostini di pane.

Conservato


Conservato
Carlo Pitti (accademico dal 14 agosto 1626)
Motto: 

Alla stagion più tarda

Datazione: 
sec. XVII (prima metà)

La pala raffigura grappoli d'uva poggiati sulla paglia per essere conservati.

Contento


Contento
Niccolò Strozzi (accademico dal 1644-1648)
Motto: 

Io non curo altro ben né bramo altr'esca

Datazione: 
sec. XIX

La pala raffigura un uccello con una spiga di grano nel becco.

Avvisi da Crusca

  • Manutenzione del sito dell'Accademia

    Avvisiamo gli utenti che oggi 23 aprile 2016 dalle ore 15.30 alle ore 16.30 verrà effettuato un aggiornamento della piattaforma che ospita il sito dell'Accademia, e che per questo alcune sue sezioni potranno non essere consultabili in quel lasso di tempo.

     

  • Gruppo Incipit presso l'Accademia della Crusca: Sillabo per l'imprenditorialità o sillabario per l'abbandono della lingua italiana?

    Il decimo Comunicato del gruppo Incipit è disponibile nella sezione "Ufficio stampa".

  • Italiano digitale. La rivista della Crusca in Rete (2017, 3, ottobre-dicembre)

    Il numero 3, 2017 è in rete nella sezione "Pubblicazioni".

Attività

  • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

  • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

  • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

Vai alla sezione