Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
C. Marazzini
Andrea de Rosa
Il presidente della Repubblica nella Sala delle Pale

Schede delle Pale

RSS

Abbellito


Abbellito
Iacopo Giraldi (accademico dal 14 luglio 1594)
Motto: 

Quinci vien l'allegrezza ond'io fiammeggio

Datazione: 
sec. XVII

La pala rappresenta una collana d'oro immersa in un piatto pieno di crusca con cui venivano lucidati i metalli.

Abbozzato


Abbozzato
Camillo Rinuccini (accademico dal 12 dicembre 1601)
Motto: 

Che notabili fien l'operi sue

Datazione: 
sec. XVII (prima metà)

La pala rappresenta una macina su cui viene praticata una serie di intaccature radiali per la macinazione

Abbronzato


Abbronzato
Flaminio Mannelli (accademico dal 1586)
Motto: 

Ond'io nudriva il core

Datazione: 
sec. XIX

Il restauro ottocentesco cui è stata sottoposta questa pala ha portato alla modifica dell'iconografia originaria che prevedeva un piccolo mucchio di grano o di farro posto su un'ara sacrificale. Il pittore ottocentesco, forse deviato dal soprannome, ha rappresentato del grano che si abbronza al sole.

Abburattato


Abburattato
Giulio Libri (accademico dal 4 settembre 1588)
Motto: 

Rio vento il fion ne toglie

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala rappresenta un panno legato ai lati con una corda usato per setacciare la farina.

Acceso


Acceso
Ludwig Von Anhalt (accademico dal 21 luglio 1600)
Motto: 

Fecemi ardendo pensar mia salute

Datazione: 
sec. XVII

La pala rappresenta l'uso di bruciare le stoppie col duplice scopo di liberare il terreno e concimarlo.

Addormentato


Addormentato
Antonino Salviati (accademico dal giugno 1690)
Motto: 

Ruppemi l'alto sonno

Datazione: 
sec. XVII-XVIII

La pala rappresenta un tasso, svegliato dal letargo e costretto a fuggire dal fuoco appiccato ad uno degli ingressi della tana.

Adescato


Adescato
Migliore Guadagni (accademico dal 30 giugno 1614)
Motto: 

D'una dolcezza inusitata e nuova

Datazione: 
sec. XIX

Il soggetto rappresentato nella pala rimanda alla pratica di pasturare i pesci per adescarli.

Adornato


Adornato
Giovan Gastone de' Medici (accademico dal 13 giugno 1690)
Motto: 

Che a venerar muovon le genti

Datazione: 
sec. XIX

La pala rappresenta l'ara di Cerere con un mazzo di spighe in mano.

Adorno


Adorno
Agostino Coltelli (accademico dal 20 luglio 1650)
Motto: 

Mia ventura ed amor m'hanno sì adorno

Datazione: 
sec. XVII (seconda metà)

La pala raffigura una forma di pasta, particolarmente elaborata, costituita da biscotti ellissoidali (confortini) con impresso il giglio di Francia, riuniti tra loro a formare un fiore; nel centro è inserito un elemento vitreo di forma pligonale.

Affamato


Affamato
Francesco Sernigi (accademico dal 24 luglio 1591)
Motto: 

Sol di quest'una

Datazione: 
sec. XVI-XVII

La pala raffigura un gallo che si ciba solo di crusca.

Gli eventi di oggi

Legenda:
 Organizzato dalla Crusca
 In collaborazione con la Crusca

Avvisi da Crusca

  • L'intervento conclusivo al Tema
  • Convegno Il patrimonio linguistico europeo, un tesoro da proteggere

    Firenze, Accademia della Crusca, 28 settembre 2018. In collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

    Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Eventi".

  • Pubblicato il quarto numero di "Italiano digitale. La rivista della Crusca in Rete" (gennaio-marzo 2018)

    Il contenuto della rivista è interamente disponibile nella sezione "Pubblicazioni".

Attività

  • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

  • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

  • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

Vai alla sezione