Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
G. Fanello Marcucci, C. Marazzini, G. Di Leo e N. Maraschio
Il presidente Claudio Marazzini con Claudia Arletti e Mario Calabresi
Da sinistra: Benedetti, Givone, Benintende, Maraschio, Ravenni, Lavia
XII Convegno ASLI

L'Accademia della Crusca presenta il portale VIVIT - Vivi italiano


Mercoledì 11 marzo 2015 alle ore 11.00 il portale VIVIT - Vivi italiano verrà presentato nella Sala del Consiglio del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Roma Tre.

 

Il progetto VIVIT si propone di costituire un grande archivio digitale che raccolga materiali e strumenti rivolti agli italiani all’estero, in particolare a quelli di seconda e terza generazione. La banca dati multimediale è rappresentativa della lingua e della cultura italiana e vuole diventare un punto di riferimento per chi voglia stabilire un solido contatto culturale a distanza con il nostro paese.

Il progetto è stato realizzato integrando banche dati esistenti, aggiungendone di nuove specificamente costruite con materiali didattici funzionali all’insegnamento dell’italiano L2 e a una conoscenza d’insieme della civiltà italiana e, infine, costruendo percorsi differenziati a seconda della possibile utenza estera (insegnanti universitari, insegnanti di altri ordini di scuole, persone interessate all’autoapprendimento, animatori di iniziative culturali di vario genere).

 

Il progetto VIVIT è stato realizzato dall'Accademia della Crusca in collaborazione con CLIEO e MICC (centri di eccellenza dell'Università di Firenze), Università di Modena e Reggio Emilia e Università di Padova e viene finanziato tramite il FIRB (Fondo per gli Investimenti della Ricerca di Base del Ministero dell'Università e della Ricerca). 

 

La presentazione sarà introdotta dai saluti di Claudio Marazzini (presidente dell'Accademia della Crusca), Mario Panizza (Rettore dell'Università degli Studi di Roma Tre) e Paolo Benvenuti (Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Roma Tre). Il progetto sarà presentato da Francesco Sabatini (presidente onorario dell'Accademia della Crusca e coordinatore generale di VIVIT) e dai responsabili delle unità di ricerca coinvolte (Nicoletta Maraschio per l'Università di Firenze, Cecilia Robustelli per l'Università di Modena e Reggio Emilia, Maria Elena Duso per l'Università di Padova, Andrea Ferracani per il MICC - Media Integration and Communcation Center dell'Università di Firenze e Marco Biffi per il CLIEO - Centro di Linguistica Storica e Teorica Italiano, Lingue Europee, Lingue Orientali dell'Università di Firenze). Interverrano inoltre Elisabetta Bonvino (Direttrice del Centro linguistico di Ateneo di Roma Tre), Paolo D'Achille (Accademia della Crusca e Università Roma Tre) e Vincenzo Zeno-Zencovich (Rettore dell’Università degli Studi Internazionali di Roma).

 

Gli eventi di oggi

Legenda:
 Organizzato dalla Crusca
 In collaborazione con la Crusca

Avvisi da Crusca

  • Incontro 100 anni dello Zingarelli. 100 anni di lingua italiana

    Bologna, 15 dicembre 2017. Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Eventi".

  • La lingua della storia dell'arte nel XX secolo. Roberto Longhi
  • "L'Italiano. Conoscere e usare una lingua formidabile"

    Ristampata la collana di volumi dedicati alla lingua italiana dalla collaborazione dell'Accademia con "La Repubblica": maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Notizie".

Attività

  • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

  • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

  • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

Vai alla sezione