Agenda eventi

«  
  »
L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
L'accordo Crusca/MIT del 2 agosto 2018
Fabio Boni, Claudio Marazzini, Cristina Giachi e Aureliano Benedetti
I partecipanti

L'italiano accessorio nel PRIN 2017


Nei primi giorni dell'anno, il presidente dell'Accademia della Crusca Claudio Marazzini ha proposto su questo sito un "Tema di discussione" dedicato alla scelta del MIUR di chiedere agli interessati al bando PRIN 2017 di compilare le domande in lingua inglese. Le riflessioni del "Tema" erano state precedute da due articoli, quello sul "Sole 24 ore" di Annalisa Andreoni, docente di Letteratura italiana presso la IULM di Milano, e quello sul "Giornale" di Massimo Arcangeli, docente di Linguistica italiana presso l'Università di Cagliari, similmente critici nei confronti della decisione del Ministero. La discussione è proseguita sulle pagine del "Corriere della Sera", dove la giornalista Gianna Fregonara continua a riflettere sul dibattito, su quelle di "QN", che riporta la risposta della ministra Valeria Fedeli a un'intervista di Claudio Marazzini comparsa sulle pagine della stessa testata a seguito del "Tema" del 5 gennaio, sul blog "Lo sciacqualingua", con l'articolo di Salvatore C. Sgroi, docente di Linguistica generale all'Università di Catania, e sul "Fatto quotidiano", su cui interviene ancora Arcangeli.

Un'altra significativa presa di posizione è quella del Gruppo di Studio sulle Politiche Linguistiche (GSPL), insieme di docenti e ricercatori che all’interno della Società di Linguistica Italiana (SLI) ha la finalità di promuovere e coordinare studi sulle politiche linguistiche: il Gruppo ha recentemente pubblicato sul suo sito ufficiale una "Dichiarazione sulle politiche linguistiche del bando PRIN 2017".

Riportiamo poi gli interventi di Marco Bella, ricercatore (8 gennaio), e Salvatore Claudio Sgroi (10 gennaio), rispettivamente usciti sul "Fatto quotidiano" e su "Roars - Return on Academic Research", e Maria Luisa Villa, docente di Immunologia all'Università degli Studi di Milano e accademica della Crusca. Annalisa Andreoni, intervistata da "La voce di New York", è tornata a parlare dell'argomento il 12 gennaio.

 

Segnaliamo gli articoli e i documenti in questa pagina, e invitiamo i lettori a partecipare al dibattito nella sezione del nostro sito dedicata al Tema:

 

Avvisi da Crusca

  • Mattinata di studi L’evoluzione della lingua e il sistema di valori: che genere di linguaggio?

    26 marzo 2019, Accademia della Crusca, Firenze.

    Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Eventi".

  • "La Crusca per voi", II/2018

    L'indice della rivista è disponibile nella sezione "Pubblicazioni".

  • Le parole dell'arte. Per un lessico della storia dell'arte nei testi dal XVI al XX secolo

    Il portale che permette l'interrogazione complessiva di tutti i testi digitalizzati negli anni di collaborazione dell'Accademia con la Fondazione Memofonte. Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Scaffali digitali".

Attività

  • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

  • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

  • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

Vai alla sezione