Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
 
 
 
 
 
Il gruppo dei relatori
Una lettera autografa di Alessandro Manzoni
Mostra "Napoleone e la Crusca"
Le prime quattro edizioni del Vocabolario (foto di G. Tatge, Regione Toscana)

Corso di formazione per docenti Il linguaggio della cittadinanza responsabile: leggere e comprendere i testi normativi


Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione Il linguaggio della cittadinanza responsabile: leggere e comprendere i testi normativi, rivolto ai docenti della Scuola Primaria, ai docenti di Lettere della Scuola Secondaria di 1° grado e ai docenti di Italiano e di Discipline giuridiche ed economiche della Scuola Secondaria di 2° grado della Toscana.

Gli incontri e seminari organizzati per l'anno scolastico 2015-2016 intendono riflettere sul nesso tra la lingua e la cittadinanza responsabile, intesa come capacità di comprendere posta al servizio della legalità. Scopo del corso è appunto quello di insegnare come si possa mettere vantaggiosamente sotto osservazione la lingua delle norme che regolano la società, a partire dai testi dei diritti fondamentali, fino ad arrivare alle leggi e ai prodotti quotidiani della burocrazia, alle circolari, ai regolamenti dei comuni e delle associazioni di cittadini.

Il corso si svolge in 10 incontri di 3 ore. Ciascun docente dovrà partecipare ai 4 incontri preliminari e ai 2 laboratori destinati all’ordine di scuola in cui insegna.
Le lezioni si svolgeranno presso la sede dell’Accademia della Crusca, via di Castello 46, Firenze.

Il ciclo di lezioni e seminari si svolgerà nel periodo dicembre 2015 – marzo 2016 e si svilupperà con le seguenti modalità:

I primi quattro incontri saranno centrati sull’intervento di esperti e docenti universitari che affronteranno, da un punto di vista teorico, i temi della lettura e della comprensione dei testi normativi. Nei successivi sei incontri (due con la scuola Primaria, due con la Scuola Secondaria di 1° grado, due con la Scuola Secondaria di 2° grado), guidati da insegnanti e collaboratori dell’Accademia, si svolgerà un’attività seminariale in cui saranno presentate ed elaborate proposte didattiche. Tali proposte potranno anche essere sperimentate durante lo svolgimento degli incontri in scuole del territorio con docenti e collaboratori dell’Accademia.

L’iscrizione al corso deve essere effettuata esclusivamente on-line, all’indirizzo: http://193.205.158.207/survey/TakeSurvey.asp?PageNumber=1&SurveyID=117

L’iscrizione on-line, effettuata dalla Scuola di appartenenza, potrà avvenire a partire dalle ore 7.00 del giorno 1 ottobre 2015. La scadenza per l'iscrizione è stata prorogata a sabato 31 ottobre 2015. 

Per informazioni rivolgersi alla prof.ssa Ilaria Pecorini (pecorini@crusca.fi.it). o alla redazione (redazionescuola@crusca.fi.it).

 

Gli eventi di oggi

Legenda:
 Organizzato dalla Crusca
 In collaborazione con la Crusca

Avvisi da Crusca

  • Una nuova sentenza del Consiglio di Stato sulla questione dell'insegnamento universitario in sola lingua inglese

    Con la sentenza del 29 gennaio 2018 il Consiglio di Stato rigetta l'appello di MIUR e Politecnico. Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Notizie".

  • L'Articolo

    "Che complemento è?", di Francesco Sabatini

  • Servizio civile regionale 2018/2019

    Il progetto dell'Accademia e il bando sono disponibili nella sezione "Bandi".

    Scadenza della presentazione delle domande: 2 marzo 2018.

Attività

  • La Piazza propone politiche di salvaguardia e attività di promozione del multilinguismo dell'Unione europea; 2007-in corso.

  • Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza allʹestero del patrimonio linguistico e storico‐culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione; progetto FIRB; 2009-2013.

  • Creazione del Vocabolario del fiorentino contemporaneo; progetto finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria; 1994-1996/2011-in corso.

Vai alla sezione