Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
Max Pfister e Massimo Fanfani
I partecipanti alla tavola rotonda
Leonardo Bieber, pres. Commissione Cultura Firenze e Domenico De Martino
29/09 C. Marazzini e B. Albanese

Richiesta di contributi per il convegno AISV Gli archivi sonori al crocevia tra scienze fonetiche, informatica umanistica e patrimonio digitale

Arezzo, 25 settembre 2018

Presentazione

AISV - Associazione Italiana Scienze della Voce

Dipartimento di Scienze della Formazione, Scienze umane e della Comunicazione interculturale dell' Università di Siena (Arezzo)

 

Convegno

Gli archivi sonori al crocevia tra scienze fonetiche, informatica umanistica e patrimonio digitale

14-16 febbraio 2019

 

Scadenza della presentazioone dei contributi: 25 settembre 2018

 

Gli archivi sonori sono artefatti comuni a molti campi delle scienze umanistiche e sociali, dalle discipline linguistiche (fonetica, fonologia, dialettologia, sociolinguistica, linguistica dei corpora) e le tecnologie del parlato (elaborazione del linguaggio naturale, riconoscimento automatico del parlato), sino alla storia orale e alle discipline etnografiche, sociologiche, antropologiche, psicologiche.

Essi contengono una grande quantità di dati di rilievo per le scienze sociali e le discipline umanistiche ma, allo stesso tempo, rappresentano una risorsa poco sfruttata nel quadro del patrimonio culturale immateriale. Le ragioni di questo ridotto utilizzo sono molteplici ma forse la più stringente riguarda la frammentazione degli archivi, dei repository istituzionali e dei centri di elaborazione dati che mina l’accessibilità e la riusabilità delle risorse orali. Il convegno mira a valutare la possibilità di una più stretta collaborazione tra studiosi della voce, esperti di analisi conversazionale e di analisi dei corpora, ingegneri del suono e storici orali.

 

Tra i possibili temi di discussione:

  • Quali sono le criticità sollevate dal riutilizzo di archivi orali e di parlato per fini altri rispetto a quelli originali?
  • Quali sono le opportunità rappresentate dagli archivi orali per le tecnologie del parlato?
  • In che modo la linguistica può servirsi della storia orale? Quali vantaggi e problematiche implica l'utilizzo degli archivi di storia orale nella ricerca linguistica?
  • Quali sono i vantaggi e gli svantaggi associati all'utilizzo degli strumenti della fonetica nella ricerca storica orale e nelle scienze sociali? In che modo gli storici orali potrebbero trarre beneficio da un clima di più stretta collaborazione interdisciplinare?
  • Cosa occorre fare per garantire la conservazione a lungo termine degli archivi digitali, nonché un’adeguata descrizione dei loro metadati?
  • Come affrontare le delicate questioni etiche e legali relative agli archivi sonori?
  • Quali sono le opportunità e quali le criticità relative alla condivisione online di archivi di parlato?
  • Quali sono gli standard consolidati e quali quelli auspicabili? Quali sono le piattaforme di condivisione esistenti e le idee progettuali in fieri?
  • Quali sono le opportunità offerte dall’Unione Europea relativamente alla conservazione e dalla manutenzione di archivi orali e di parlato?

 

Scadenza della presentazione dei contributi: 25 settembre 2018

Maggior informazioni sul convegno e il modulo di invio dei contributi sono disponibili sul sito dedicato al convegno.

 

Gli eventi di oggi

Legenda:
 Organizzato dalla Crusca
 In collaborazione con la Crusca

Ultimi libri segnalati

  • Viaggio nella grammatica. Esplorazioni e percorsi per i bambini della scuola primaria
  • Intorno a Dante. Ambienti culturali, fermenti politici, libri e lettori nel XIV secolo
  • L'opera italiana: lingua e linguaggio
Vai alla sezione