Agenda eventi

«  
  »
L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
 
 
Claudio Marazzini, Aline Kunz, Paola Manni
Firenze Libro Aperto 2017, Il "Vocabolario del Fiorentino contemporaneo"

La lingua degli atti notarili e la certezza dei diritti - seminario formativo


23/10/2018

Firenze, 23 ottobre 2018

 

Venerdì 26 ottobre 2018 a Firenze, nella Villa medicea di Castello, sede dell’Accademia della Crusca, si terrà il seminario formativo «La lingua degli atti notarili e la certezza dei diritti», organizzato dall’Accademia della Crusca e FederNotizie, in collaborazione con Federnotai (Il sindacato dei notai italiani) e l’Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ITTIG-CNR).

 

Negli ultimi anni l’Accademia della Crusca ha messo a disposizione le proprie competenze a favore dei cittadini, attraverso numerosi corsi di aggiornamento rivolti, ad esempio, a insegnanti, magistrati, giornalisti, avvocati,commercialisti e assistenti sociali, realizzati in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, la Scuola Superiore della Magistratura e i rispettivi ordini professionali. Per molti appartenenti a questi ordini professionali la Crusca è diventata quindi un luogo di non rara frequentazione in vista di una comunicazione pubblica chiara e corretta.

 

Il notaio in particolare è, ed è sempre stato, un mediatore tra il diritto e la vita, tra la lingua comune e la lingua tecnica del diritto. Traduce in forma giuridica le attività che i privati svolgono quando vogliono acquistare un bene, disporre delle proprie sostanze, costituire una società. Se deve redigere gli atti usando i tecnicismi necessari e indispensabili, deve anche accertarsi che le parti ne comprendano bene il significato e gli effetti, spiegando i concetti giuridici con un linguaggio comprensibile a tutti.

 

Solo se il notaio comunica in modo chiaro, oralmente e in forma scritta, risultano garantiti la libertà di scelta dei privati, il diritto a essere informati e i diritti soggettivi che l’ordinamento riconosce ai cittadini. Il notaio deve essere dunque un utilizzatore consapevole della lingua perché la sua attività sia più efficace.

 

Il seminario sarà tenuto dagli accademici della Crusca Paolo Grossi (Presidente emerito della Corte Costituzionale) e Federigo Bambi (docente presso l’Università di Firenze), da Marina Pietrangelo (dell’ITTIG-CNR), da Jacqueline Visconti (dell’Università di Genova) e da Alessandra Mascellaro (Notaio in Como). Il presidente dell’Accademia Claudio Marazzini aprirà i lavori della giornata. Al termine del seminario sarà realizzato un laboratorio linguistico, durante il quale i partecipanti collaboreranno attivamente alla redazione di un modello di atto notarile più chiaro e più efficace.

 

Il programma completo è disponibile all’indirizzo:

http://www.accademiadellacrusca.it/sites/www.accademiadellacrusca.it/files/page/2018/09/10/locandina_definitiva_notai.pdf

 

 

 

 

    Ultimi comunicati

    Vai alla sezione