Agenda eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 
H. Van Essen, Natura morta con frutta e animali (Olio su rame cm. 19X27)
Mostra "Napoleone e la Crusca"
Alcuni Accademici, dipendenti e collaboratori dell'Accademia

Conferenza stampa di presentazione della terza edizione delle Olimpiadi di italiano


15/11/2012

Firenze, 15 novembre 2012

Conferenza stampa di presentazione della terza edizione delle Olimpiadi di italiano

Fin dal primo anno (2011), l’Accademia della Crusca ha collaborato alle Olimpiadi di italiano indette dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca insieme al Comune di Firenze, convinta dell’importanza di un’iniziativa che coinvolge tutti gli studenti e le studentesse delle scuole secondarie di secondo grado, anche di quelle italiane all’estero. Non possono esserci dubbi circa la centralità della lingua nella società attuale e le Olimpiadi rappresentano per moltissimi ragazzi e ragazze uno stimolo significativo a esserne maggiormente consapevoli. Quest’anno l’Accademia della Crusca e l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana (ASLI) offriranno la propria collaborazione scientifica sia nell’elaborazione delle prove sia nella correzione delle stesse. Siamo convinti che lo studio della lingua italiana sia un elemento essenziale, grazie alla sua trasversalità, nella formazione culturale di ogni studente in quanto costituisce una base indispensabile per tutte le altre conoscenze. In questa prospettiva, le Olimpiadi possono rappresentare un’occasione rilevante di diffusione e di approfondimento dell’italiano. Occorre aggiungere che il progetto si inserisce perfettamente nell’ambito del forte impegno e delle molte attività che l’Accademia della Crusca dedica alla scuola. Tali iniziative hanno come obiettivo primario la discussione e la riflessione su temi linguistici con gli insegnanti, al fine di migliorare, tramite loro, la competenza linguistica delle nuove generazioni. Il giorno prima della gara finale nazionale (prevista per il 27 aprile in Palazzo Vecchio), l’Accademia accoglierà i finalisti nella propria sede, guidandoli ad una visita della biblioteca e dell’ archivio.

 

Nicoletta Maraschio

Ultimi comunicati

Vai alla sezione