Agenda eventi

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
Il gruppo dei relatori
Una lettera autografa di Alessandro Manzoni
Mostra "Napoleone e la Crusca"
Le prime quattro edizioni del Vocabolario (foto di G. Tatge, Regione Toscana)

Rispondi al commento

Non scrivo un articolo scientifico in italiano dal… 1993, se non erro. Confesso che non ne sarei capace, e se anche lo facessi potrei tranquillamente riunire i colleghi italofoni nel salotto (che, credetemi, è molto piccolo) di casa mia.
L’uso “scientifico” dell’italiano da parte mia e di tanti colleghi si limita ai progetti del Ministero e poco più, in cui si rende in italiano, faticosamente e grossolanamente (evitando termini troppo tecnici, che spesso in italiano non esistono) ciò che già si è pensato e redatto in inglese. Pensavo che questo doppio lavoro si rendesse necessario al fine di rendere il messaggio comprensibile a colleghi o tecnici ministeriali che forse hanno poca familiarità con le pubblicazioni internazionali. Adesso scopro che si tratta invece di difendere un “patrimonio storico”, un “primato”, una “tradizione” – il tutto condito da un abbondante uso dell’aggettivo “nazionale”.
Speravo che questo doppio lavoro fosse finito e che l'italiano si potesse relegare all'ambito informale e quotidiano che gli appartiene. Forse non lo sarà quest’anno, ma lo sarà a breve.
Forse per molti colleghi di area umanistica l’italiano è davvero necessario; forse è la loro prima lingua – la mia è una di quelle “cose” senza nome che la Crusca chiama “dialetti” perché così le chiamano le leggi della Repubblica (in barba a ogni considerazione scientifica. Ma questa è un’altra storia).
Dimenticavo: sono un collega di area umanistica.

Risposta

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

Gli ultimi Temi del mese

Vai alla sezione

Avvisi dalla Biblioteca

  • Biblioteca dell'Accademia: Riproduzioni

    Avvisiamo gli utenti che, secondo l’art 108 del DLgs 42/2004 così come modificato dall’art. 1, comma 171 della L 124/2017, è libera la riproduzione delle opere possedute dalla Biblioteca, sempre nel rispetto della normativa vigente sul diritto d’autore e sulla tutela del bene culturale.
    (Le pagine del sito con le Norme per gli utenti e le informazioni relative alle Riproduzioni sono in fase di aggiornamento)

  • Biblioteca dell'Accademia - Donazioni

    La Biblioteca accetta in dono unicamente opere attinenti ai propri ambiti disciplinari.
    Le opere inviate non saranno comunque restituite al donatore.

Avvisi da Crusca